Si parte, una stagione ‘zero’ come la chiama il Direttore Tecnico Ciro Iengo. Dopo la promozione della ‘senior’ in A2 e la riuscitissima organizzazione delle finali nazionali di categoria Under 20, l’obiettivo adesso è confermarsi. Iengo è chiaro: “Abbiamo prelevato giocatori importanti dall’Ambra Poggio a Caiano che ci porteranno professionalità ed esperienza. Non ci siamo svenati, questo deve essere chiaro ma ringrazio questi giocatori che hanno creduto in noi. Partivamo sperando in una salvezza tranquilla, ora potrebbe sembrare che i nostri obiettivi siano diametralmente opposti e orientati al vertice. Prima di dire questo, pensiamo a lavorare. Non sarà semplice”. Fra le novità, la conferma di tutte le squadre giovanili, con l’aggiunta di una ‘seconda squadra’ Under 14. Oltre alla serie A2, il Prato parteciperà pure alla serie B, in modo da consentire ai propri giovani di cimentarsi in un campionato ‘senior’. La società sta cercando di risolvere anche il problema relativo alla sede delle partite casalinghe, visto che non è affatto scontato che si possa tornare all’Estraforum PalaKobilica. Il Presidente Mario Abati sta lavorando in tal senso, di concerto con l’Amministrazione comunale. Il Keynes non è omologabile per la A2 a livello di pubblico, giocare a porte chiuse sarebbe fuori luogo nell’anno del ritorno in serie A del Prato. Resta come alternativa il Pacetti di Poggio a Caiano. A breve, sapremo qualcosa di più.