Di Giampiero Colò

Inizio dei campionati in agrodolce per la Società del presidente Mario Abati. Domenica 20 ottobre la Pallamano Prato è tornata infatti dalla trasferta nell’accogliente ma remota Massa Marittima, con una bella e larga vittoria della Under/15, mentre ha riportato una sonora ma meritata sconfitta con la Serie B che, contro la squadra locale, ha mostrato i propri attuali limiti.

Gara, come si suol dire, ‘maschia’, con diversi giocatori del Prato che riportavano le conseguenze di alcuni traumi, speriamo non gravi (distorsione del setto nasale per il pivot Pukri, sospetta frattura al costato dell’ala Simoni, spalle e ginocchi contusi, ma anche questo rientra nella “normalità” della pallamano).

I locali prendevano subito il largo imponendo fin dall’inizio il loro gioco, basato su una difesa arcigna e su un attacco dotato di un ottimo giro-palla, e di schemi sul Pivot ad aggirare la difesa avversaria, ma soprattutto di giocatori capaci di puntare l’uomo e arrivare al tiro con estrema e fruttuosa facilità.

Nonostante una buona prova del portiere Turini, il Prato si è trovato in breve sotto di 6/7 lunghezze che non è riuscito nel corso della gara, più a recuperare andando a chiudere con il risultato finale di 30 a 22.
Solo a tratti i ragazzi di coach Moro hanno fatto vedere qualcosa di positivo.

Una maggior precisione nei passaggi e soprattutto nel tiro sotto porta (2 rigori sbagliati e diversi tiri dai 6 metri parati dal portiere del Massa ) avrebbe, a mio parere, magari lenito il divario di qualche lunghezza senza per altro cambiare gli esiti dell’incontro.

Il Massa lo sappiamo, è una bella realtà nel panorama della Pallamano toscana e la squadra di Serie B in particolare, è un solido organico che, solo due stagioni fa militava in A2 e che pensiamo in questa stagione possa rivestire, insieme al Follonica, un ruolo da protagonista nel campionato.
Il prossimo turno vedrà appunto, proprio il Follonica scendere a Prato per la seconda di campionato. Un incontro che sulla carta appare assai impegnativo e difficile per i ragazzi pratesi, anche se nello sport non si può mai dare niente per scontato.
In ogni gara si parte sempre alla pari e quindi l’esortazione e l’auspicio che facciamo é quello di dimenticare in fretta questa domenica e cercare di dare il massimo la prossima gara per ottenere il miglior risultato possibile.

Tabellino
Simoni = 7
Halim = 7
Pukri = 3
Colò = 2
Casini, Pianigiani e Balò = 1 ciascuno