SERIE B
Giornata amara quella di ieri per la Pallamano Prato che esce sconfitta di misura contro l’arcigna squadra dello Spezia nella settima giornata del girone di andata del campionato.

Una gara iniziata bene, come spesso succede, soprattutto in difesa con parate strepitose da parte del portiere Turini, ma alla quale poi non si è riusciti a dare quella continuità offensiva che avrebbe permesso di acquisire un margine più sostanzioso nel punteggio, tale da mettere subito la gara in discesa.

Padroni di casa in vantaggio di 3/4 lunghezze fino a metà del primo tempo che poi subivano il ritorno degli ‘spezzini’ e che chiudevano in sostanziale equilibrio la prima frazione di giuoco sul 10 a 9.
Nella ripresa, le due squadre procedevano punto a punto fino al quarantesimo quando lo Spezia, grazie anche alla sterilità offensiva dei lanieri in quel periodo di gioco, si portavano avanti di 3-4 segnature che mantenevano fino cinque dal termine.

Finale al cardiopalma con il Prato che operava un insperato recupero e che a 24 secondi dal termine aveva la palla in mano per il potenziale pareggio, ma che sfortunatamente sbagliava e consegnava quindi la vittoria nelle mani degli avversari per un solo punto. Risultato finale 20 a 21.

Buona anche ieri le prove di K.Simoni e dell’esterno Nicotra (che forse meritava di giocare di più nel secondo tempo visto la mano calda che aveva) e che da soli mettevano a segno la metà del bottino di reti per il Prato. Per il resto, partita molto tirata, avara di goals, forse merito delle due difese, ma forse anche della mancanza di adeguate soluzioni d’attacco delle due squadre.

Lo Spezia comunque è una buona squadra, solida e veloce, non a caso occupa la terza posizione in classifica alle spalle delle due squadre a mio parere, più forti di questo campionato, l’Olimpic e il Follonica, tuttavia all’uscita del campo si leggeva un po’ di rammarico e di delusione sui volti dei ragazzi che probabilmente sentivano di poter pareggiare o addirittura vincerla questa gara.

Per vedere il famoso bicchiere mezzo pieno, partirei proprio da questa ultima considerazione spronando i ragazzi di Coach Moro ad impegnarsi di più nella consapevolezza che se si applicano e cercheranno di giocare le prossime gare mettendo a frutto quelli che sono gli insegnamenti del Mister e soprattutto credendo in quelle che sono le loro capacità tecniche, c’è la sensazione, e la partita di ieri ce lo ha dimostrato, che il Prato se la possa giocare ad armi pari con tutti.
In bocca al lupo e auguri di buone feste.

Colò Giampiero

Tabellino :
Simoni e Nicotra = 5 ciascuno
Mahdi = 4
Pukri = 3
Colò, Smeraldi e Casini = 1 Ciascuno