Prato vittorioso al Pala-Bagnolo contro l’Asalb Bastia in quella che si presentava come una sorta di spareggio per la quinta piazza del campionato, posizione ora occupata dai lanieri in coabitazione con il Grosseto.
Squadra battagliera, un po’ riottosa, mai facile da incontrare quella dei ‘perugini’ che anche ieri hanno dimostrato la loro pericolosità esibendo una capacità di puntare la difesa e infilarsi negli spazi che gli ha fruttato ben 9 tiri dai sette metri e diverse espulsioni da due minuti a loro favore.

Prato, comunque ordinato, capace di rintuzzare gli attacchi avversari con una difesa attenta, e come al solito, coadiuvata dalle eccellenti prestazione dei due portieri, il più giovane dei quali, capace di neutralizzare nel primo tempo, ben quattro penalty consecutivi, tre dei quali con parate dirette e il quarto, dopo aver come ipnotizzato gli avversari, che si andava a stampare contro il palo sinistro.

Gara equilibrata nel primo tempo che si concludeva in parità sul 10 a 10 mentre nelle seconda frazione di giuoco la squadra pratese prendeva un piccolo margine di 3/4 lunghezze che manteneva sino al termine. L’impressione è che la partita si sia stata decisa dalla panchina. Panchina insolitamente ‘adrenalinica’ nei suoi dirigenti, e stranamente tranquilla nei giocatori e nel suo allenatore che evidentemente aveva le idee chiare sul cosa fare.

E infatti a inizio secondo tempo, mister Moro mandava in campo, 2 giovanissimi, Scrivo e Smeraldi che in quella fase della partita risultavano, a nostro avviso determinanti, segnando complessivamente 6 reti e orientando la gara fino ad allora in equilibrio.

Risultato finale 22 a 19 per il Prato.
Da segnalare che la partita si è disputata alla presenza del Sig. Maggesi, selezionatore federale degli arbitri e che nel secondo tempo i direttori di gara hanno comminato un
rosso diretto seguito dal cartellino Blu, (a cui quindi dovrebbe seguire una sanzione disciplinare) al no. 23 del Bastia reo di aver sferrato una gomitata in pieno viso ad un giocatore del Prato.
Essendo finito il girone di andata si possono pertanto fare alcuni ragionamenti.

Il Prato termina al 5° posto con quattro partite vinte e cinque sconfitte. Si colloca al 4° posto tra le difese meno battute, con 208 goal subiti mentre i goal fatti sono 220 che equivalgono alla 7° posizione per quanto riguarda la prolificità degli attacchi.
Dati questi, che ci consegnano un primo, seppur parziale bilancio ed indicano, anche se indirettamente, quello su cui dovrà lavorare coach Moro con la squadra pratese.
In bocca al lupo quindi per il girone di ritorno.

Giampiero Colò

Tabellino :
Halim = 4 goal
Simoni, Scrivo e Smeraldi = 3 goal ciascuno
Colò, Gori, Nicotra e Pukri = 2 goal ciascuno
Modolo = 1 goal